Dove conduce questo lavoro? Che cosa accadrebbe se avessimo successo nel prolungare i nostri sforzi di “Essere” al punto che la nostra consapevolezza divenisse una fiamma costante? Se divenissimo consapevoli in modo più consistente, allora avremmo accesso a due nuove funzioni dette centri “emozionale superiore” e “intellettuale superiore”. Queste non sono funzioni ordinarie come quelle emozionale, intellettuale e motoria. Sono aspetti del Padrone. In questa presentazione esamineremo queste due funzioni. Attingeremo all’episodio del Vangelo di Maria che incontra Gesù nel giardino e vedremo come la tentazione della Genesi qui si ribalti e il Paradiso venga riguadagnato. E utilizzeremo questa comprensione per collocare i nostri sforzi quotidiani in un contesto più ampio. I nostri sforzi momento-per-momento di resistere alla fretta, all’espressione della negatività, all’indulgere in immaginazione, hanno lo scopo ultimo di connettersi al Maestro.