Proprio come la fotosintesi aumenta la produzione di energia in una pianta, così il ricordo di sé aumenta la produzione di energia nel microcosmo. Ciò significa che dopo una serie di tentativi di successo abbiamo più energia a nostra disposizione. Questa energia però è volatile e cercherà di fuoriuscire. “Se non fermiamo queste perdite di energia”, consiglia Peter Ouspensky, “l’aumento della produzione non potrà che aumentare le perdite.” Pertanto, nel contesto del Lavoro di Aprile in cui ci concentriamo sugli sforzi di successo, cerchiamo di dedicare la prossima settimana ad osservare e fermare le perdite.

Quali perdite abituali puoi osservare in te stesso?