Nella precedente presentazione ci siamo dati lo scopo di accrescere la frequenza della nostra consapevolezza modificando la suoneria del telefono e utilizzando questo come pro-memoria per “Essere”. Ma perché necessitiamo di promemoria esterni? Perché non possiamo semplicemente ricordarci di “Essere” perché vogliamo “Essere”? Il motivo risiede nella molteplicità, nei nostri molti “io”. In questa presentazione, esamineremo il nostro retroterra psicologico in quanto molteplicità. Lo faremo sovrapponendovi un dipinto raffigurante Gesù che predica alle folle, di Jan Bruegel. E scopriremo come mantenere uno scopo, nonostante la nostra mancanza di unità