Cuore e Mente

Questo tutorial ci invita ad una sincera osservazione dei nostri sforzi. Le circostanze internamente ed esternamente continuamente cambiano. Così devono essere i nostri sforzi. Ad ogni cambiamento, una nuova chiave deve essere trovata per una nuova serratura. La mente...

Difficili Gruppi di “io”

Le strade attraverso cui siamo abituati ad espellere energia sessuale sono costituite da le nostre “abitudini”.” Si tratta di “io” alimentati da una energia particolarmente forte, il che significa che ci raggiungono con un più forte senso di...

Deviazione

Mara tenta Siddhartha, proprio come il serpente nella Genesi tenta Adamo ed Eva. Come il serpente, Mara usa la sottigliezza. Elenca le ricchezze terrene cui Siddhartha, in modo avventato, si appresta a rinunciare. La lezione di questo episodio sta nella tempistica:...

Consapevolezza

Il contributo della settimana scorsa sul “portare qualcosa in dono alla consapevolezza” ci riporta alle fondamenta di questo insegnamento. La piramide “Be” mira a un cambiamento di consapevolezza. Alteriamo le funzioni solo nella misura in cui ciò influisca sulla...

I quattro centri inferiori (I Parte)

Questo insegnamento divide i nostril pensieri, emozioni, movimenti e sensazioni in quattro gruppi nettamente definiti, ciascuno dei quali è controllato da una mente separata o “centro.” In questa presentazione, esploreremo questi quattro centri, la loro collocazione...

Pagamento e Sforzo

Nella Quarta Via la conoscenza va di pari passo con la personale verifica. La conoscenza può essere data, ma la verifica può essere ottenuta solo mediante un pagamento. In questa presentazione, esploreremo più a fondo il principio del pagamento; ci inoltreremo nella...

Conoscenza e Essere

In questa presentazione, esaminiamo il ruolo della conoscenza in questo insegnamento. La conoscenza deve andare mano nella mano con una personale esperienza, perché ci insegni a scalare la piramide. Attingiamo alla storia del Principe Siddhartha, che, come noi, si...

Piccoli Scopi

Nella presentazione sulla “Consapevolezza” abbiamo elencato i tre parametri con cui si può misurare la consapevolezza: frequenza, durata e profondità. Nella presentazione sui Molti “io”, abbiamo studiato la nostra molteplicità, e creato shock esterni che ci...

Atteggiamenti Positivi

Esiste un paradosso insito in questo lavoro: quando mi trovo in uno stato di consapevolezza più alto so esattamente che cosa devo fare per “Essere”, ma tale conoscenza non mi serve poiché già “sono”; quando mi trovo in uno stato di consapevolezza più basso, dimentico...

Auto-Osservazione

Come si manifesta l’apparire della luce nel Micro-cosmo uomo? In questa presentazione, utilizzeremo la suggestiva immagine del sole che sorge internamente. La considereremo come auto-osservazione nel senso di dirigere un raggio di luce verso l’interno. Attingeremo...

I Molti “io”

Nella precedente presentazione ci siamo dati lo scopo di accrescere la frequenza della nostra consapevolezza modificando la suoneria del telefono e utilizzando questo come pro-memoria per “Essere”. Ma perché necessitiamo di promemoria esterni? Perché non possiamo...

Abitudini del centro istintivo

come troviamo la via di mezzo nella soddisfazione delle esigenze del corpo senza diventarne schiavi? Trovare questa “via di mezzo” ha a che fare con il lavoro sul cervello responsabile del benessere del corpo, il centro istintivo. Inoltre, poiché i bisogni...

Trasformazione

La vera identità non consiste né nella disciplina del Buddha, né nell’esercito di Mara; né negli dei né nei demoni; né nell’affermazione né nella negazione. La vera identità consiste nella parte che testimonia la lotta. Noi siamo ciò che osserva non ciò che...

Sé superiore e sé inferiore

Con la verifica delle funzioni del nostro Microcosmo, cominciamo a esaminare ciascuna di esse dal punto di vista della consapevolezza. Quale delle nostre funzioni può sostenere il nostro scopo di “Essere”, quale è irrilevante, e quale vi si oppone? In questa...

Il Padrone

Dove conduce questo lavoro? Che cosa accadrebbe se avessimo successo nel prolungare i nostri sforzi di “Essere” al punto che la nostra consapevolezza divenisse una fiamma costante? Se divenissimo consapevoli in modo più consistente, allora avremmo accesso a due nuove...

Separazione e Denominazione

Cediamo alla tentazione del momento. Le nostre menti, i nostri corpi e i nostri cuori vengono portati via e gettano il nostro Micro-cosmo nel caos. Definiamo questo stato “identificazione”, perché è caratterizzata da un malriposto senso di identità, Per il fatto che...

Identificazione

Se non riesco a vedere i pensieri, le sensazioni e le emozioni di questo istante come una piccola parte di me, come qualcosa di separato dal resto di me, allora questi diventano tutto me stesso, e io cado in ciò che questo insegnamento chiama: stato di...

Cuore e Mente

Ogni momento è una serratura con una propria chiave. Prima, devo ricordare il mio scopo di “Essere”. Questo, già di per sé, è difficile, poiché non sono unificato. Me ne dimentico. Ma anche nel caso in cui me ne ricordo, rimangono altri due elementi determinanti...

Micro-cosmo

Che cos’è un cosmo? Perché un essere umano dovrebbe essere considerato un cosmo? Quali sono le implicazioni di questo speciale stato? In questa presentazione vedremo che Una delle importanti implicazioni di tale stato È che possiamo imparare guardando noi stessi...
Skip to toolbar